donnadisperataEssere mamma non è sicuramente facile, non bisogna assolutamente confondere l’istinto a diventare mamma con l’ESSERE Mamma.

Il titolo di madre lo si ottiene mettendo al mondo un figlio, ma Mamma, quella con la M maiuscola, si diventa giorno per giorno, con l’esperienza, tanta pazienza, tanti sbagli e talvolta con qualche lacrima.

Troppo spesso è un cammino solitario, circoscritto alla mamma col suo figlio per gran parte della giornata, con i padri che (spesso loro malgrado) sono assenti per lavoro.

E’ normale che qualche volta lo sconforto e la disperazione bussino alla porta, ma proprio in quei casi si può scoprire di non essere sole, che altre donne sono nella stessa situazione e che il solo parlarne e condividere con chi è come noi può essere liberatorio.

Presso la Biblioteca di Missaglia, dopo il successo dell’esperimento pilota di questa primavera, prende il via “Il Cammino delle Mamme”, dove un gruppo di persone che vogliano condividere il proprio vissuto si incontreranno per scambiarsi emozioni e vissuti, per cercare di sentirsi meno sole ed essere capite ed accolte.

Due incontri al mese di due ore circa ciascuno destinati a donne che hanno bambini fino a 10 anni d’età, condotti da Angela Isella che ha esperienza pluriennale nella conduzione di gruppi e frequenta la scuola di counseling (ovviamente oltre ad essere mamma) e con la supervisione dell’assistente sociale del Comune di Missaglia.

E’ sostanzialmente uno scambio di emozioni e vissuti. Il focus degli incontri è sulle mamme, non sui bambini. Ci si mette in gioco e si incomincia un cammino dentro di sé in questo ruolo così importante ed impegnativo.

L’iniziativa è promossa dal Comune di Missaglia tramite gli assessorati ai Servizi Sociali e alla Cultura e la Biblioteca Civica Francesco Cherubini.

Dal sito del Comune di Missaglia è possibile scaricare il volantino su cui troverete ulteriori informazioni e i contatti per le iscrizioni da effettuare entro il 27/11/2015.

Risorse della pagina: Volantino “Il Cammino delle Mamme” 2015

 

 

Leave a reply

required